APPUNTAMENTO ASSOLUTAMENTE DA NON MANCARE!

Ricominciano le escursioni di Archeotuscia della nuova stagione con la visita alla poco conosciuta necropoli etrusca di Trocchi e alle rovine dell'antica chiesa di San Salvatore nell'area di Montecasoli (Bomarzo). Visti i percorsi abbastanza accidentati, si consigliano scarponcini da trekking e un abbigliamento adeguato. Appuntamento come al solito alle ore 9,00 alla fine del parcheggio di Valle Faul e ritorno alle ore 13,00.
Per info.339.2716872

PROGRAMMA ATTIVITA' SETTEMBRE-OTTOBRE 2022

Download
PROROGA TERMINI DI SCADENZA PRESENTAZIONE PROGETTI CONCORSO
SI AVVISA TUTTI GLI INTERESSATI CHE IL TERMINE DI SCADENZA PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI IDEE, E' STATO PROROGATO A VENERDI 05 AGOSTO ENTRO LE ORE 20 CON LE STESSE MODALITA' DI CONSEGNA.
BANDO CONCORSO RECUPERO BENI CULTURALI D
Documento Adobe Acrobat 459.1 KB

LA NUOVA BROCHURE DI ARCHEOTUSCIA ODV

Colonna 1 Colonna 2

IL RITORNO DEI GLADIATORI

IV RIEVOCAZIONE STORICA

Nel teatro romano di Ferento sta per nascere uno spettacolo senza pari. Tre scuole gladiatorie tra le più rinomate si sfideranno due giorni per aggiudicarsi il premio più ambito, il serto. Ci saranno rievocatori in costume, banchi didattici, danzatrici, degustazioni e guide specializzate a condurvi nell'atmosfera dell'antica Roma. Conoscete Ferento? Avete mai visto un combattimento tra gladiatori? Siete appassionati di storia romana? Venite a Ferento il 4 e 5 Giugno a vedere i campioni portati dalla IX legione hispana.

PROGRAMMA 4 - 5 GIUGNO

Dalle10:30

“Ludi Gladiatori”

Visite didattiche nel sito archeologico

Laboratori per bambini di addestramento gladiatorio

A seguire “La Rivolta di Spartacus nel mondo dei piccoli”

Dalle 12:30 Inaugurazione

Pausa pranzo

Punto ristoro con panini e bibite a cura di Street food di Tony Crock esterno accanto al box del custode

Ripresa attività 14:30

Con prenotazione è possibile fare scuola di gladiatura.

Dalle14:30 alle 18:00 il giorno 4

Attività didattiche “Danze, giuramenti e riti”Spettacoli itineranti con i rievocatori storici che trasporteranno il pubblico nell’Antica Roma

attraverso danze, giuramenti dei legionari e riti propiziatori

Dalle18:00 esibizioni nel teatro

“Gladiatori: uomini combattenti

Il giorno 5 oltre le altre attività

Nel Teatro di Ferento alle ore 18.00

avrà luogo il Primo Torneo di Gladiatura:

i migliori gladiatori di tre scuole si affronteranno per la conquista del serto, con la partecipazione del

pubblico che potrà votare per i propri beniamini.

*Ingresso a offerta

PER INFORMAZIONI

Cell. 3287750233 anche whatsapp

Cell. 335434366 anche whatsapp

ORGANIZZATORI E PARTECIPANTI

L'associazione Legio VIIII Hispana archeologia sperimentale nasce nell'agosto del 2016 da un gruppo di amici uniti dalla stessa passione.

LA LEGIO VIIII HISPANA

La Legio VIIII Hispana ("dalla Hispania"), talvolta meno correttamente chiamata Legio IX Hispana o anche Legio IX Hispana Macedonia Victrix, fu una legione romana, il cui simbolo è sconosciuto (potrebbe essere stato il toro, come per le altre legioni cesariane). Creata a metà del I secolo a.C., assieme alla VI, VII, VIII per Pompeo Nell'anno 65 A.C. Ricostituita da Augusto a partire dai veterani della Legio VIIII di Gaio Giulio Cesare, e scomparve durante il II secolo.

Storia

Sotto Cesare

Reclutata verso il 61 a.C. e diretta da Cesare come governatore della Spagna, venne trasferita in Gallia per collaborare nelle campagne di pacificazione della Provincia Narbonense attaccata dai galli Allobrogi. Nel 58 A.C. fu comandata assieme alla VIII e alla X da Giulio Cesare per la conquista della Gallia. Rimase in Gallia durante tutta la campagna rimanendo fedele a Cesare nella guerra civile contro Pompeo. Presente ed operativa nelle battaglie di Durazzo e di Farsalo nel 48 a.C. e, nella campagna africana dell'anno 46 A.C. Dopo la vittoria finale Cesare ha autorizzato i suoi legionari e i veterani di rimanere "in picenum" (Marche).

Riorganizzazione sotto Augusto

Nel 41 a.C., Augusto richiamò in servizio i veterani della Legio VIIII di Gaio Giulio Cesare per fronteggiare la ribellione di Sesto Pompeo (figlio di Gneo Pompeo Magno) in Sicilia. Dopo la sconfitta di quest'ultimo, furono mandati nella provincia di Macedonia. Rimase al fianco di Ottaviano contro Marco Antonio, combattendo nella battaglia navale di Azio (31 a.C.). A questo punto la legione fu mandata in Spagna per partecipare alle guerre cantabriche (25 a.C. - 13 a.C.). Ed è da qui, probabilmente, che prese il suo nome, forse perché si distinse in modo particolare. È probabile che la legione entrò a far parte dell'esercito imperiale sul confine renano per combattere contro le tribù germaniche. Dopo l'abbandono dell'area orientale del Reno, a seguito della disfatta romana nella foresta di Teutoburgo (9 d.C.), la legio VIIII fu acquartierata in Pannonia a Siscia (dove rimase, a parte un breve intervallo, fino al 43). Sotto Tiberio nel 19 fu trasferita solo temporaneamente dalla Pannonia nella provincia africana per sedare una rivolta tra i Numidi di Tacfarinas, tornando poco dopo (dal 24-25) sul Danubio nella sua base originaria di Siscia, l'odierna Sisak.

Conquista della Britannia

Nel 43 partecipò all'invasione romana della Britannia, voluta dall'imperatore Claudio e guidata dal generale Aulo Plauzio. Sotto il comando di Cesio Nasica, stroncò la prima ribellione di Venuzio della tribù dei Briganti (siamo tra il 52 e il 57, al tempo del governatore Aulo Didio Gallo). La legio VIIII subì una pesante disfatta al comando di Quinto Petillio Ceriale durante la ribellione della regina Boudica (60-61) e fu per questo rinforzata con nuove truppe, provenienti dalle province germaniche. L'ultima menzione di questa legione in Britannia risale al 108, quando costruì una fortezza nei pressi di Eburacum (moderna York). Nel 117 la legione potrebbe aver preso parte alla soppressione di una rivolta tra le tribù caledoni in Scozia.

Scomparsa

Nel 120 la VIIII Hispana fu sostituita a Eburacum dalla VI Victrix: per lungo tempo il destino della legio VIIII a partire da questa data è rimasto ignoto, tanto da far sviluppare leggende riguardo alla sua scomparsa tra gli Scoti; negli anni settanta la scoperta di alcune iscrizioni ha dimostrato che la legione fu trasferita a Noviomagus Batavorum (moderna Nimega nei Paesi Bassi), nella Germania inferiore, dove rimase almeno fino al 131, quando fu nuovamente spostata e inviata, probabilmente, in Oriente. Si è così ipotizzata la fine di questa legione: in occasione della rivolta di Bar Kochba in Giudea sotto Adriano (132-135); oppure in Armenia o in Cappadocia poco dopo la morte di Antonino Pio (Lorium, 7 marzo 161) ed in seguito alla quale Roma scatenò una controffensiva contro i Parti dal 162; oppure nel corso delle invasioni dei Catti del 162. Di sicuro, la legione cessò di esistere, al più tardi, agli inizi del regno congiunto di Marco Aurelio e Lucio Vero.

EVENTO FB

 

https://facebook.com/events/s/il-ritorno-dei-gladiatori-iv-r/441465944413843/

Download
BANDO DI CONCORSO RECUPERO BENI CULTURALI
BANDO CONCORSO RECUPERO BENI CULTURALI D
Documento Adobe Acrobat 459.1 KB
Download
BANDO CONCORSO DI IDEE TESE AL RECUPERO E VALORIZZAZIONE PATRIMONIO STORICO-ARCHEOLOGICO-ARTISTICO.
BANDO CONCORSO RECUPERO BENI CULTURALI D
Documento Adobe Acrobat 459.4 KB

VERBALE DEL CONSIGLIO DIRETTIVO DI SABATO 19 FEBBRAIO 2022 RIUNITOSI ALLE ORE 9,30 NELLA SEDE OPERATIVA DI ARCHEOTUSCIA (CHIESA DI S.MARIA DELLA SALUTE)

Ordine del giorno:

1. Nomina del nuovo Consiglio Direttivo con validità fino al 31/12/2024 e relativi incarichi.

2. Varie ed eventuali.  

Sono presenti i nuovi consiglieri eletti Proietti Luciano, Donno Raffaele, Oliva Valerio, Pacini Simonetta, Rescifina Giuseppe, Mandolillo Eugenio, Ferruzzi Agnese.

Risultano assenti Ceci Francesca che delega Proietti Luciano, Ottavianelli Giovanna che delega Mandolillo Eugenio, Avanzato Elisabeth che delega Ferruzzi Agnese e Trifolelli Enzo che delega Donno Raffaele. I presenti approvano i risultati della votazione dell’11-12/02/2022. Ragonesi Saturnino, con comunicazione su whatsApp del 17/02/2022, ha rinunciato all’incarico che viene accettato da tutti i presenti i quali approvano l’ingresso di Ferruzzi Agnese nel direttivo, attivando la delega di Elisabeth Avanzato.

Presiede Proietti Luciano,  funge da segretario Oliva Valerio.

In merito al 1° punto all’ordine del giorno, preso atto delle votazioni svoltesi nei giorni 11-12 Febbraio 2022 per il rinnovo delle cariche del Consiglio Direttivo e dei risultati delle operazioni di spoglio delle schede di Sabato 12 Febbraio 2022, hanno ottenuto voti i seguenti soci:

1.Proietti Luciano                 voti 99

2.Donno Raffaele                 voti 65

3.Ceci Francesca                  voti 63

4.Ragonesi Saturnino            voti 58

5.Pacini Simonetta                voti 58

6.Oliva Valerio                      voti 58

7.Trifolelli Enzo                     voti 57

8. Rescifina Giuseppe            voti 55

9. Avanzato Elisabeth            voti 54

10. Ottavianelli Giovanna       voti 42

11. Mandolillo Eugenio          voti 42

12. Ferruzzi Agnese              voti 42

13. Giannini Marco                voti 40

14. Santibacci Giampietro      voti 40

15. Barbuscio Giuseppe         voti 36

16. Pizzuto Tiziana                voti 34

17. Galatioto Fernando          voti 30

18. Laurenti Enrico                voti 23

19. Babbucci Franca              voti 21

20. Abelli Luigi                      voti   2

Pertanto ai sensi dell’art.12 dello Statuto dell’Associazione, sono risultati eletti nel nuovo Consiglio Direttivo, i seguenti soci che hanno ottenuto più voti (Il socio Ragonesi Saturnino ha rinunciato all'incarico):

Proietti Luciano, Donno Raffaele, Ceci Francesca, Pacini Simonetta, Oliva Valerio, Trifolelli Enzo, Rescifina Giuseppe, Avanzato Elisabeth, Ottavianelli Giovanna, Mandolillo Eugenio, Ferruzzi Agnese.         

Gli altri soci a seguire nella graduatoria dei voti, sostituiranno gli eventuali consiglieri che intendano dimettersi o rinunciare all’incarico. Pertanto in base all’art. 14 dello Statuto, il C.D. decide di eleggere all’unanimità al proprio interno Luciano Proietti Presidente e Raffaele Donno Vicepresidente e assegna all’unanimità tra i suoi componenti l’incarico di Segretario a Valerio Oliva e di Tesoriere a Simonetta Pacini.

Inoltre il nuovo Consiglio Direttivo propone di assegnare sia a membri del Consiglio che a soci esterni i seguenti incarichi:

 - Responsabile Amministrativo: Raffaele Donno

 - Responsabile Scientifico:  Giovanna Ottavianelli

 - Responsabile Artistico: Elisabeth Avanzato

 - Responsabile Tecnico: Luciano Proietti

 - Responsabile red.rivista Archeotuscia News: Felice Fiorentini

 - Responsabili gite ed escursioni: Lorenzo Bongiorni, Guido Palmieri e Agnese Ferruzzi

 - Responsabili conferenze ed eventi: Francesca Ceci e Luciano Proietti

 - Responsabili organizzazione convegni e grandi eventi: Francesca Ceci e Enzo Trifolelli

 - Responsabili rapporti con le scuole: Raffaele Donno, Annalisa Scarponi e Giuseppe Barbuscio

 - Responsabile stampa  e rapporti con l’Università:  Giuseppe Rescifina

 - Responsabili rapporti con gli Enti: Luciano Proietti, Raffaele Donno, Francesca Ceci

 - Responsabili gestione Ferento e organizzazione eventi a Ferento:

                     Simonetta Pacini, Michele Albanese e Daniela Russo.

 - Responsabile progetti, bandi, concorsi per contributi: Elisabeth Avanzato

 - Responsabile biblioteca e sito internet: Eugenio Mandolillo

 - Responsabili cura occasionale dei siti gestiti: Alvaro Guerrini e Agnese Ferruzzi.

 - Responsabile e cura tempio di S.Maria della Salute: Saturnino Ragonesi

I consiglieri presenti accettano gli incarichi proposti anche in nome dei deleganti.

I soci non presenti saranno tempestivamente avvisati con la condizione che in caso di  rinuncia non comunicata entro 3 giorni, l’incarico sarà conferito definitivamente secondo la formula del silenzio-assenzo.

In merito al 2°punto all’O.d.g.

Si decide di costituire un gruppo di lavoro per redigere il regolamento per le elezioni e meccanismo elettorale e relativa nomina del C.D. composto da Giuseppe Rescifina, Raffaele Donno e Valerio Oliva. La presentazione della bozza al C.D. è prevista per il 30 Giugno 2022.

Non essendoci altro da aggiungere, alle ore 11,00 si dichiara chiusa la riunione, dopo

aver letto e approvato il presente verbale.

   

       Il Presidente                                                                      Il Segretario

Nuovo pieghevole di Castel d'Asso

NUOVI ORARI DI APERTURA DEL SITO ARCHEOLOGICO DI FERENTO

COMUNICATO STAMPA

“L’essenza segreta del colore” la nuova mostra di pittura di Marco Marciani, curata da Lorenzo Canova.

L’ESSENZA SEGRETA DEL COLORE
di Marco Marciani
a cura di Lorenzo Canova

Chiesa Santa Maria della Salute, via della Pescheria, Viterbo
Inaugurazione: venerdì 10 settembre ore 18:00
10 - 26 settembre 2021
aperture dal lunedì alla domenica con orari 10:30 - 12:30 e 16:30 - 19:00

 

10 settembre 2021 - Si tiene a Viterbo, nella chiesa di Santa Maria della Salute la mostra “L'essenza segreta del colore” che, oltre a dodici quadri, presenta un’installazione dell’artista creata per questo spazio. Spazio dove Orson Welles diresse, girò e interpretò, nei panni di Otello, la scena dell’omicidio di Desdemona, per il suo film tratto da William Shakespeare.

 

La mia installazione, che si compone di due parti, - commenta Marco Marciani - è un omaggio allo spazio che mi ospita. Ho fatto numerose prove alla ricerca del materiale migliore, perché volevo esprimermi su grandi dimensioni, ma ottenere leggerezza. E così ho trovato il tulle.”.

 

“Leggerezza” che troviamo anche nella presentazione di Lorenzo Canova, curatore della mostra: “Nelle sue ultime opere Marco Marciani dimostra un’intensa evoluzione della sua ricerca, uno sviluppo in cui le memorie naturalistiche si sono trasformate in una riflessione su un nuovo spazio psichico, in una discesa verso i territori nascosti di un profondo che soltanto la pittura riesce a penetrare e a far emergere. Marciani ha scelto così la strada della leggerezza (...). ”.

 

Il pittore riprende dalla bella vetrata della chiesa sconsacrata il giallo oro, colore che, come nella tragedia shakespeariana e come nei drammatici episodi di femminicidio che tutti conosciamo, rappresenta gelosia e violenza. Ma il giallo esprime anche rinascita e voglia di vivere, temi più che mai attuali e cari a Marciani, in questo periodo di aperture e di ripresa

 

Il processo di evoluzione inarrestabile della pittura di Marciani, lo porta a esplorare nuovi materiali su cui intervenire con tecniche sperimentali, sempre accurate e mai improvvisate. Stoffa, carta oleata, pellicola di nylon, l’intramontabile tela ed infine il tulle, accolgono il segno, il colore e la luce che le sue opere sanno generare e rimandare con estrema naturalezza.

 

In mostra 12 quadri: 9 rettangolari (100x70 cm) e 3 ovali (100x60cm).
Per l’installazione, Marciani ha utilizzato il tulle (20x3m.) proveniente dall’atelier di Tina Parrino, definendolo : ”Una rivelazione. Due cascate di tulle che cadono dall’alto e fanno come un tendaggio, ondeggiano, si muovono. Su questa trasparenza e leggerezza ho dipinto a mano, usando una tecnica innovativa per il colore spray e sono riuscito a definire il segno, pur lavorando su grandi dimensioni.”.

Si ringraziano sentitamente:
Associazione Archeotuscia
Lorenzo Canova
Tina Parrino
Foto©UmbertoMurelli

L’ESSENZA SEGRETA DEL COLORE
Chiesa Santa Maria della Salute, via della Pescheria, Viterbo
10 - 26 settembre 2021 

Inaugurazione: venerdì 10 settembre ore 18:00
Aperture dal lunedì alla domenica con orari 10:30 - 12:30 e 16:30 - 19:00
INFO: +39 327.6613337

 

Per le disposizioni anti COVID vigenti, si richiede ai visitatori di indossare la mascherina. 

ATTENZIONE:LA PREVISTA VISITA GUIDATA SULLA CIMA DEL MONTE CIMINO DI SABATO 7 AGOSTO, E' STATA RINVIATA A DATA DA DESTINARE.

SI AVVISANO TUTTI I SOCI CHE NON SONO POTUTI VENIRE ALLA PRESENTAZIONE DELL'ULTIMO NUMERO DELLA RIVISTA, POSSONO TROVARE UNA COPIA  PRESSO L'INFO POINT DI FERENTO DURANTE GLI ORARI DI APERTURA, ALLA CHIESA DI S.MARIA DELLA SALUTE, ALL'UFFICIO TURISTICO DI VITERBO A PIAZZA DEL SACRARIO, AL MUSEO DELLA ROCCA  ALBORNOZ A PIAZZA DELLA ROCCA, ALLA TUSCIA ELIOGRAFICA DI PIAZZA VITTORIO VENETO E PRESSO LA NOSTRA SEDE SU APPUNTAMENTO.


VI ASPETTIAMO TUTTI VENERDI 25 GIUGNO ALLE ORE 17,00 ALLA SALA CE.DI.DO. ALLA PRESENTAZIONE DELL'ULTIMO NUMERO DELLA NOSTRA RIVISTA  DEDICATO QUESTA VOLTA AI RITI FUNERARI DELL'ANTICHITA'! NELL'OCCASIONE VERRA' DISTRIBUITA LA RIVISTA IN OMAGGIO A TUTTI I PRESENTI.

FERENTO  6 GIUGNO 2021 DALLE 17.00 ALLE 20.00

PASSEGGIATE INCONTRI CON GLI ANTICHI ROMANI

 

MOMENTI DI STORIA PER GRANDI E PICCINI

A Ferento il 6 giugno dalle 17.00 puoi incontrare personaggi dell'antica Roma mentre passeggi e visiti il sito archeologico con una offerta libera all'ingresso.

Sul posto ristoro a cura della Madia del Cardinale

GLI INCONTRI E LE PASSEGGIATE SI SVOLGERANNO ALL’INTERNO  DEL SITO ARCHEOLOGICO CON I VINCOLI ANTICOVID DISTANZIAMENTO E MASCHERINA

 

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA PER EVITARE ASSEMBRAMENTI 328.7750233 ANCHE WHATSAPP 

 

MIDAS ART E CRAFT insieme ad ARCHEOTUSCIA organizza per sabato 15 maggio la "PASSEGGIATA CELLENO SANT'ANGELO" con il seguente programma:

Appuntamento a Celleno via Viterbo,12  davanti al bar dello sport, alle ore 9:30. Visita del chiostro seicentesco dell'ex convento di san Giovanni Battista e del paese antico. Spostamento a Roccalvecce percorrendo il sentiero CAI.

Visita del castello Costaguti e proseguimento fino a Sant'Angelo dove ammireremo i murales dedicati alle fiabe narrando aneddoti e storie.

Rientro a Celleno previsto per le ore 16.30 circa.

Anello Celleno Sant'Angelo di circa 10 km, percorso per tutti.

Pendenza massima 80 mt circa. Abbigliamento comodo secondo la stagione, scarpe da trekking o similari purchè antiscivolo, bastoncini facoltativi.

1 litro d'acqua a testa, pranzo al sacco. per tutta la durata dell'evento verranno rispettate tutte le norme anticovid: distanziamento sociale, uso della mascherina, gel personale e divieto di scambiarsi cibo e bevande.

Prima della partenza rilevamento della temperatura corporea con termoscanner a distanza.

Quota di partecipazione: adulti €15 - minori sotto i dieci anni gratis.

Nella quota è compresa anche la visita del castello di Roccalvecce.

I soci ARCHEOTUSCIA che hanno già partecipato alla visita precedente di Ottobre scorso a Celleno Vecchio e Sant’Angelo, possono partecipare alla sola visita del Castello Costaguti di Roccalvecce, facendosi trovare davanti all’ingresso alle ore 11,15, pagando una quota di € 5,00.  Chi invece è interessato a partecipare all’intero programma, la quota di partecipazione, compresa la visita al castello, è di € 10,00.   

 

Per informazioni e prenotazioni: Michele 335434366 – Luciano 3392716872

SI RIAPRE IL SITO ARCHEOLOGICO DI FERENTO   

 

L'area archeologica dell'antica città di Ferento, dopo lunghi mesi di chiusura,  è stata resa di nuovo accessibile, grazie all'impegno di Archeotuscia ODV, che, con i suoi volontari, ha ripulito l'intera zona e il tratto suggestivo del decumano. Il sito dal 26 Aprile sarà aperto tutti i giorni feriali, escluso il Lunedi, dalle ore 15,00 alle ore 18,30, mentre il Sabato e la Domenica, dalle ore 10,30 alle ore 18,30. Ai visitatori, che debbono rispettare le disposizioni previste dalle norme anti Covid 19, è nuovamente possibile visitare i resti dell'antica città, in particolare il bellissimo teatro romano, i resti delle terme, quelli della domus ai quali si aggiunge una bella passeggiata di almeno 100 metri sul decumano massimo recentemente liberato dall’erba infestante. La città di Ferento, che si trova al 7° km della strada provinciale Teverina, proveniendo da Viterbo,  era attraversata dalla via publica Ferentiensis, un’arteria trasversale che collegava la via Cassia con la valle del Tevere e Falerii Novi.

Ferento romana nacque in seguito dell’abbandono dell’abitato etrusco di Acquarossa e assunse notevole importanza specialmente durante il periodo imperiale.

Tacito e Vitruvio riferiscono che la città divenne municipium e che fu ascritta alla tribù Stellatina, ma soltanto in età giulio-claudia raggiunse il massimo splendore con l’edificazione di sontuosi edifici pubblici.

Ferento venne fregiata del titolo di Civitas Splendissima ed è anche famosa per aver dato i natali all'imperatore Marco Salvio Otone, che regnò nel 69 d.C., nonché a Flavia Domitilla Maggiore, seconda moglie dell’imperatore Vespasiano e madre di  Tito e Domiziano, entrambi imperatori di Roma. Dopo le invasioni barbariche divenne sede di diocesi almeno dal VI-VII secolo.

Nel corso dei secoli XI e XII Ferento sembra che si fosse organizzata in un’autonomia comunale con l’abitato ripopolato. Il declino e la definitiva distruzione della città avvenne nel 1172 ad opera dei viterbesi. Tale fatto sembra essere scaturito da continue rivalità tra i due centri per il controllo del territorio.

Archeotuscia odv – Viterbo

Info visite Ferento: 328 7750233 – 339 2716872

 Sito internet: www.archeotuscia.com  

 

e mail: archeotuscia@gmail.com

ATTENZIONE PER VISITARE IL SITO ARCHEOLOGICO E' CONSIGLIABILE CHIAMARE O INVIARE MAIL PRIMA, ANCHE SE ABBIAMO ORARI PREFISSATI PER L'APERTURA. archeotuscia@gmail.com 328.7750233/ 339.2716872. GRAZIE

Cari soci, 

nel rinnovare gli auguri di un migliore anno per tutti noi, vi ricordo che dal 4 Gennaio pv si possono rinnovare le iscrizioni all'Associazione versando una quota che per quest'anno è stata fissata a 20 euro per i singoli e a 30 euro per le coppie, considerando le minori iniziative che l'Associazione è stata e sarà ancora costretta a portare avanti per via delle norme anti Covid-19. Per coloro che sono di Viterbo e dintorni, il pagamento potrà essere effettuato direttamente il Lunedì mattina dalle 11,00 alle 12,30 presso la Chiesa di S.Maria della Salute, salvo diverso avviso comunicato tempestivamente qualche giorno prima, mentre per tutti gli altri che non possono venire facilmente a Viterbo, è possibile effettuare il versamento tramite bonifico bancario al seguente IBAN della Banca Lazio Nord:

IT83E0893114504000020791653 specificando nella causale: 

Rinnovo quota associativa per l'anno 2021 del/dei soci ..........................................

La ricevuta di pagamento verrà inviata per email all'indirizzo del socio, non appena aver registrato il relativo bonifico nell'elenco rinnovo tesseramento soci. 

Cordiali saluti e auguri di Buon Anno 2021.

 

Il Presidente

Download
IL NUOVO STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE IN LINEA CON LA RIFORMA DEL III SETTORE.
NUOVO STATUTO REGISTRATO.pdf
Documento Adobe Acrobat 5.4 MB

Escursione fotografica nella città romana e medievale di FERENTO il 18 ottobre 2020

Molto interessante l'escursione guidata effettuata oggi 11 ottobre da Archeotuscia alla Tagliata Fantibassi a Civita Castellana e la visita alla chiesa di Santa Maria in Falleri!

VARIAZIONE PROGRAMMA EVENTI OTTOBRE.

 

Incontro con Giuseppe Rescifina alla sala Consiliare del Comune di Soriano nel Cimino su:                  Dante, aspettando il 2021

Personaggi e luoghi della Tuscia

nelle opere del Grande Poeta

Escursione guidata al costituendo Parco del Nitracco di Chia

con nuove e inedite località

domenica 13 settembre 2020

VI INVITIAMO A VISITARE LA NECROPOLI ETRUSCA RUPESTRE DI CASTEL D'ASSO RECENTEMENTE RIPULITA DALL'ERBA INFESTANTE E RESA AGEVOLMENTE VISITABILE DALLA NOSTRA ASSOCIAZIONE!

 

2 agosto 2020 visita alla centrale Montemartini a Roma di un gruppo

soci Archeotuscia

accompagnati dalla nostra archeologa Giovanna Ottavianelli

Lavori in corso dei Volontari Archeotuscia per taglio erba e sistemazione Decumano. V. nel settore Ferento

Emergenze archeologiche nel territorio del comune di Soriano e adiacenti. Elaborazione di V. D'Arcangeli

Emergenze archeologiche ad ovest di Viterbo.   Elaborazione di Luciano Proietti

IN VETTA ALLA TUSCIA

Il Dott. Andrea Schiappelli  illustra gli scavi in vetta al Cimino effettuati negli anni passati

Visita al Museo dell' Agro Cimino a fine escursione

foto di repertorio 2012 durante gli scavi

Foto di repertorio 2014. Il prof. Andrea Cardarelli dell'Università La Sapienza, titolare dello scavo

Foto repertorio 2014. la Dott.ssa B. Barbaro illustra gli scavi del sett. 4

Ricostruzione del Recinto difensivo  del villaggio

ARCHEOTUSCIA PRESENTA IL 14 FEBBRAIO, FESTA DI SAN VALENTINO, ALLA SALA CE.DO.DO (PALAZZO DEI PAPI), IL “VIAGGIO DEL SANGUE”, UNA NUOVA RACCOLTA POETICA DI ZINGONIA ZINGONE. VI ASPETTIAMO

APPUNTAMENTO DA NON PERDERE!!

 

Prenotazione obbligatoria per le visite al sito di Ferento al n° 328.7750233 (Simonetta) o 335434366 (Michele) 

VARIAZIONI PROGRAMMA MAGGIO-GIUGNO 2019.

PROGRAMMA VARIATO DELLE ATTIVITA' DI MARZO E APRILE

VARIAZIONE PROGRAMMA ESCURSIONI E CONFERENZE MESE DI FEBBRAIO